AltraCittà al lavoro nei cimiteri di San Giorgio in Bosco

“Vedi quel cipresso” indicano Francesco e Walter “necessita di una potatura urgente.”
Ramo dopo ramo, l’albero assume la forma regolare che siamo soliti associare all’immagine di un cimitero.
Tosare erba e siepi, potare cipressi e piante e curare la pulizia dei pavimenti e dei viali: questo in sintesi il lavoro di AltraCittà nel cimitero di San Giorgio in Bosco. Siamo in provincia di Padova, quella provincia fatta di campi e piccoli paesi che si susseguono per chilometri e chilometri di pianura.
Un lavoro che tutti i pomeriggi portiamo avanti, grazie al contributo di Francesco e Walter. “Sono circa sei anni che ci occupiamo della gestione dei cimiteri”, racconta Francesco, socio storico della cooperativa e responsabile dei lavori di giardinaggio nel cimitero. In questi giorni l’attività è molto intensa per via delle festività di Ognissanti e dei Morti. Ha da poco concluso la potatura di un cipresso nell’area centrale del cimitero. Quindi, ripone un tosaerba elettrico nel furgone e segue a precisare: “non ci occupiamo solo della cura del verde e della pulizia, ma offriamo anche supporto nelle funzioni funebri, occupandoci ad esempio di messa in posa dei marmi e tumulazioni.”

Pulizia e cura degli ambienti si protraggono anche alle zone perimetrali esterne. Un viale alberato e ben curato è importante tanto quanto un cimitero ordinato e pulito.
Il cimitero rappresenta un luogo speciale nella cultura popolare italiana, tanto più nei piccoli paesi, dove il legame con parenti e antenati mantiene ancora un ruolo importante. Per questo la cura degli spazi cimiteriali è da sempre considerata fondamentale per le amministrazioni locali. AltraCittà lo sa bene e presta attenzione a tali incarichi. Attualmente si occupa della cura di tre cimiteri, quello di San Giorgio in Bosco e di altre due frazioni dello stesso paese. Spesso le competenze nei mestieri nascono da antiche abitudini o da passioni. È così anche per Francesco, un passato nell’agricoltura. Le sue origini rurali e l’hobby del giardinaggio hanno contribuito a fornirgli quelle competenze nella gestione del verde oggi indispensabili per il lavoro che svolge presso i cimiteri. Nel 2008, da persona detenuta, ha iniziato a occuparsi di lavori di giardinaggio presso le aree pubbliche del comune. Quindi si è specializzato nel settore cimiteri e oggi, da persona libera, ne è responsabile per conto della cooperativa.
E così, pomeriggio dopo pomeriggio, Francesco e Walter si prendono cura degli spazi cimiteriali del comune. E quando il sole si accinge a calare raccolgono tutto il materiale e lo caricano nel furgone, lasciandosi alle spalle quel che resta del lavoro svolto da AltraCittà a San Giorgio in Bosco.

(a cura di Dario Amodeo)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 5 =